Giacenza Media Conto Corrente: Significato, Calcolo, Come Ottenerla, Perchè Serve

Quando senti parlare di giacenza media del conto corrente, significa che ci si riferisce alla quantità di denaro che è presente in media ogni giorno su un determinato conto corrente o libretto indipendentemente se bancario o postale. Generalmente ci si riferisce ad una giacenza media calcolata sui singoli giorni ma potrai anche imbatterti in giacenze medie calcolate su periodi più ampi come un mese o anche un trimestre. Calcolare questo dato è strettamente funzionale all’adempiere a determinate funzioni richieste sia dall’Amministrazione Pubblica che dai singoli istituti privati sempre in funzione, nella maggior parte dei casi, ad obblighi di legge.

Potrà esserti utile per il calcolo ai fini di ottenere l’indicatore ISEE (quindi per prestazioni assistenziali) o ad esempio anche per la Dichiarazione Sostitutiva Unica (con la quale si dichiara il proprio reddito, il patrimonio e tutti gli altri dati dell’intero nucleo familiare di appartenenza). Nel caso dell’ISEE (indicatore della situazione economica equivalente) saprai che è necessario per le agevolazioni scolastiche, per i bonus sociali sulle utenze domestiche e per tante altre misure assistenziali predisposte dal Governo a sostegno del reddito.

Pertanto il calcolo della giacenza media sul conto corrente risulta indispensabile a determinare lo stato di benessere di un individuo e di un nucleo familiare. La giacenza media sarà anche richiesta per permetterti di ottemperare al versamento dell’imposta di bollo sui conti correnti la quale viene addebitata automaticamente solo se la giacenza media supera una determinata soglia.

Il calcolo del valore della giacenza media è relativamente semplice e lo effettua direttamente l’istituto bancario o le Poste Italiane a seconda di dove sia aperto il conto. Ciò che devi sapere è che il calcolo viene fatto sommando l’ammontare di denaro giornalmente presente sul conto per il numero di giorni sui quali si vuole ottenere la media. Pertanto, volessimo calcolare la giacenza media di un conto in quattro giorni, dobbiamo sapere il saldo ammontante per ogni singola giornata e dividere per quattro; se ad esempio il primo giorno si registra un saldo di 1200 euro, il secondo 1250, il terzo 1050 ed il quarto ancora 1050, utilizzeremo la formula dove S sta per i saldi e G sta per il numero di giorni: (S1+S2+S3+S4)/G quindi (1200+1250+1050+1050)/4 ottenendo 4550/4 e quindi una giacenza media di 1137,50 euro. Il valore ottenuto andrà ulteriormente diviso nel caso in cui il calcolo sia riferito ad un conto corrente cointestato, infatti in questo particolare caso la divisione va fatta per il numero di cointestatari del conto.

Giacenza Media

Come avrai notato, sono molti i motivi per i quali è utile calcolare la giacenza media del proprio conto corrente, il consiglio è di tener sempre presente questo indicatore per una corretta gestione della finanza personale e per poter avere un controllo maggiore anche sulle pratiche che riguardano eventuali agevolazioni o per il corretto e puntuale versamento delle imposte. Naturalmente è utile conoscere come effettuare il calcolo in autonomia ma sappi che tutte le banche ed in genere qualsiasi intermediario finanziario che offra o gestisca carte di pagamento, conti correnti o altri prodotti finanziari potrà tranquillamente fornirti il dato corretto senza incorrere nel rischio di errori ed imprecisioni.

La giacenza media, così come altri dati riferiti ai conti correnti come il saldo contabile di fine ed inizio anno, viene inviata dagli istituti direttamente all’Agenzia delle Entrate secondo la Legge di Stabilità del 2014 divenuta operativa proprio con il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate numero 73782 del 2015.

In questo modo l’ente potrà effettuare controlli più efficaci tra i dati in possesso e quelli dichiarati dai cittadini. Questo con lo scopo di combattere il fenomeno dell’evasione fiscale e ridurre quanto più possibile la spesa in misure assistenziali verso coloro che non ne avrebbero diritto. Infine, non vi sono limiti al calcolo della giacenza media, in quanto può essere determinata e certificata dall’istituto di credito titolare del rapporto con l’utente indipendentemente da condizioni quali l’ammontare del saldo o altri fattori, infatti la giacenza media può anche essere negativa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here