Saldo Contabile e Saldo Disponibile: Cosa Sono, Significato e Differenza

La terminologia bancaria spesso è confusa o comunque può generare malintesi o cattive interpretazioni agli occhi di qui questo settore lo conosce soltanto dall’esterno. Ciò che ne consegue è un senso di insicurezza che possiamo arginare informandoci ed approfondendo meglio qualche aspetto necessario per una corretta gestione delle proprie finanze. In questo articolo troverai tutto ciò che riguarda il saldo contabile ed il saldo disponibile.

Il saldo del tuo conto corrente personale così come della tua azienda è l’importo totale di tutti i fondi nel tuo conto in un dato momento. Questo saldo viene modificato ogni giorno alla chiusura dell’attività bancaria e rimane valido fino all’apertura dell’attività il giorno successivo. Quando leggi il termine “corrente” o “saldo contabile” può sembrare che il numero che vedi sia aggiornato in tempo reale mostrandoti ciò che c’è nel tuo conto ma non è sempre così. Eventuali acquisti, accrediti, commissioni, altri addebiti o depositi effettuati sul conto dopo la chiusura del periodo di registrazione non verranno visualizzati fino al periodo di registrazione del giorno lavorativo successivo o comunque fino alla prima data utile. La tempistica è frutto di diversi fattori e può prolungarsi anche oltre una giornata lavorativa.

Contrariamente al saldo contabile, il saldo disponibile mostra effettivamente la quantità di fondi sul tuo conto a cui è possibile accedere immediatamente, ciò vuol dire che il superamento di questo saldo causa uno scoperto o un blocco della transazione in uscita. Il saldo disponibile viene immediatamente aggiornato tutto il giorno per riflettere addebiti, commissioni, accrediti, transazioni in sospeso e depositi liquidati nel momento in cui si verificano.

Saldo Contabile e Saldo Disponibile

È evidente che quando ti ritrovi a consultare i dati del tuo conto corrente, non è impossibile lasciarsi ingannare da questa duplice indicazione di due differenti saldi. Pertanto bisogna prestare attenzione e capire la sostanziale differenza che intercorre tra le due tipologie di saldo. La prima è specchio di ciò che accade contabilmente e ne segue quindi le tempistiche che non sono immediate e richiedono tempi precisi di lavorazione. Infatti alcuni tipi di transazioni vengono espletate e contabilizzate in 24 ore mentre altre tipologie di transazioni richiedono più tempo. Bisogna pensare che ogni qual volta si effettua un pagamento sono molti gli attori coinvolti. Nel secondo caso, parlando di saldo disponibile, altro non è che una sorta di annotazione che il nostro istituto bancario o postale ci concede di consultare per avere immediata percezione del nostro fondo e della nostra disponibilità. Non ha rilevanza ai fini della contabilità ed è aggiornato in modo pressoché istantaneo.

Quindi, nel caso in cui tu abbia intenzione di effettuare un acquisto o un qualsiasi pagamento ed intenda consultare preventivamente il saldo del tuo conto tramite pc o smatphone, ricorda sempre di rifarti al saldo disponibile per non incorrere in fastidiose situazioni in cui potresti veder bloccata la tua transazione o anche lasciare il conto in rosso. Alcuni servizi di home banking e mobile banking permettono anche di visualizzare quali sono le transazioni che debbano essere ancora contabilizzate, in questo modo si ha subito informazioni dettagliate sulla discrepanza tra il saldo disponibile ed il saldo contabile.

Infine ricorda che anche il saldo disponibile, in realtà, non da assoluta certezza di un dato aggiornato in tempo reale perché vi sono alcune operazioni che richiedono tempi particolari per la lavorazione come ad esempio gli assegni, infatti l’emissione di un assegno non verrà contabilizzato in alcun saldo fin quando l’assegno stesso non sarà portato all’incasso. È quindi fondamentale tenere presente tutte queste sfaccettature del proprio saldo per non incorrere in facili errori o in problematiche amministrative ben più gravi come il difetto di provvista (che avviene, proprio nel caso degli assegni, quando non vi sono fondi a sufficienza per la copertura dell’importo che viene portato all’incasso) che può comportare macchinose operazioni di sanamento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here